Colophon

infinitext. è un progetto “over the pop”, uno spazio di intervento culturale che si propone di guardare al di là delle categorie, al di là delle definizioni e delle schematizzazioni. È uno spazio che vuole dar voce a una generazione che, imballata dal boom concreto dei padri e dal rampatismo velleitario dei fratelli maggiori, cerca di ricostruire dalle macerie dell’industria culturale.

Lontani dai vecchi steccati per cui esiste una cultura di serie a e una cultura di serie b. Non siamo poptimist ma nemmeno legati a un’idea di Canone troppo forte da essere inattaccabile. Abbiamo capito che il mondo cambia, e con lui anche i suoi modi di rappresentarsi. Non è più tempo per una critica monodirezionata e legata ai vecchi formati, ma a discorsi capaci di “unire i puntini”.

infinitext. è, soprattutto, uno spazio d’intervento aperto. Senza gerarchie, senza temi troppo vincolanti né necessità periodiche. Valutiamo proposte di articoli, pezzi, approfondimenti senza fossilizzarsi sulla “collaborazione”.

La cultura cambia. Il testo si espande. Parlare di postmoderno non è più una novità. Usciamo dal guscio.

infinitext. è un progetto curato da Simone Dotto, Alessandro Ronchi e Hamilton Santià.

contributi: Daniele Ferrante, Philip Di Salvo